PREMIO AMICI DELLA MUSICA DI VERONA 2021

20 novembre 2021 | Ore 17.00

Competizione internazionale riservata a solisti e gruppi di camera, dal 30 Ottobre al 18 Dicembre 2021 (www.premioamv.com).

Fasi finali in forma di concerto. Ingresso gratuito su prenotazione.

RICCARDO PORROVECCHIO, violino
GIANLUCA BADON, pianoforte

  • Ottorino Respinghi: Sonata in Si minore
  • Claude Debussy: Sonata per violino e pianoforte in Sol minore, L140
  • Pablo de Sarasate: Zigeunerweisen, Op. 20 n. 1

RICCARDO PORROVECCHIO nato a Palermo nel 1998, inizia lo studio del violino all’età di 4 anni, per debuttare a soli 11 anni presso il Teatro Politeama Garibaldi della sua città. Nel 2017 consegue il diploma al Conservatorio “V. Bellini” di Palermo, sotto la guida di Luigi Rocca, con lode e menzione speciale. Prosegue gli studi presso l’Accademia W. Stauffer di Cremona con Salvatore Accardo e all’Accademia Nazionale Santa Cecilia di Roma con Sonig Tchakerian. Nel 2018 inizia un nuovo corso di studi presso la Staatliche Hochschule für Musik und Darstellende Kunst di Mannheim, in Germania, con Dora Bratchkova e Johannes Kiefel, conseguendo nel 2020 il Master. Attualmente frequenta nella stessa università il corso di perfezionamento postmaster denominato “Zusatstudim”.
E’ assegnatario della prestigiosa borsa di studio “De Sono - Associazione per la Musica 2020” di Torino.
Ha frequentato le Masterclass tenute dal M° Zakhar Bron alla Internationale Sommerakademie Mozarteum di Salisburgo in Austria e alla Zakhar Bron Akademie di Interlaken in Svizzera, nonché le Masterclass tenute da altri violinisti come Maurizio Sciarretta, Boris Belkin, Fedor Rudin, Alessandro Moccia, Carlo Parazzoli e molti altri.
È vincitore di oltre 20 premi in concorsi nazionali ed internazionali: tra gli ultimi, del “Giovanni Guglielmo” degli Amici della Musica di Padova e al Premio “G. Zinetti”.
Si è esibito in numerose sale fra cui il Teatro Massimo e il Teatro Politeama di Palermo, il Teatro comunale di Siracusa, il teatro Salvatore Cicero di Cefalù, il teatro Garibaldi di Mazzara del vallo, l’Auditoium della RAI di Palermo, la sala dei Giganti a Padova, l’Accademia Filarmonica Romana, l’università di Heidelberg e in ultimo per Operaestate Festival Veneto.
Suona un violino A. Guadagnini del 1849.

GIANLUCA BADON è un apprezzato pianista in particolare per le raffinate interpretazioni del repertorio classico e romantico. Debutta con orchestra a sili dieci anni eseguendo il Concerto K 175 Mozart. É vincitore di una lunga serie di primi premi ai concorsi di Albenga, Cesenatico, Lastra a Signa, Osimo, Sestri Levante. Nel 2008, a soli 17 anni, si diploma al Conservatorio di Vicenza con il prof. Rigobello. Nello stesso anno, vincitore di una borsa di studio, ha studia con Svetozar Ivanov alla University of South Florida di Tampa Bay, e di esibirsi nella prestigiosa “Steinway Piano Series”. Ha frequentato i Corsi di Alto Perfezionamento dell’Accademia Nazionale Santa Cecilia di Roma con Sergio Perticaroli, e dell’Accademia Pianistica di Imola con Stefano Fiuzzi. Ha seguito le masterclass di Joaquin Achucarro all’Accademia Chigiana di Siena, Alexander Mazdar e Bruno Canino. Nel 2017 è tra i vincitori del Virtuoso Grand Prize Competition di Vienna. Si è esibito in decine di recitals ed ha suonato in USA, Francia, Austria (Glaserner Saal del Musikverein a Vienna), e naturalmente in Italia, all'Ateneo Veneto a Venezia, Auditorium Parco della Musica e l'Anfiteatro Marcello a Roma, Palazzo Chigi Saracini dell'Accademia Chigiana a Siena, Teatro Comunale di Siracusa, Auditorio dei Crociferi di Palermo, Auditorium RAI di Palermo. Tiene regolarmente concerti in duo col violinista Riccardo Porrovecchio. Dal 2019 è direttore artistico della rassegna concertistica Kaleidos International Music Festival.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Per l’accesso è obbligatorio essere muniti di green pass

Si prega di accedere alla Sala almeno 15 minuti prima dell’inizio

Il concerto sarà trasmesso in diretta audio-video streaming

http://www.societaletteraria.it/streamingvideo/

........ ...... .... .. ........... .....