IL GHETTO DI VERONA E LA SUA SINAGOGA TUTELA, DEMOLIZIONE E RICOSTRUZIONE DAL XVIII AL XX SECOLO

23 febbraio 2021 | Ore 17.30

(Cierre edizioni 2020)

Presentazione del libro

di Valeria Rainoldi

Saluti

Daniela Brunelli
Presidente della Società Letteraria di Verona

Celu Laufer
Presidente della Comunità Ebraica di Verona

Federico Melotto
Direttore Istituto veronese per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea

Interviene

Silvia Fagiuoli
figlia dell’Architetto Ettore Fagiuoli

Dialoga con l’autrice


Alessandra Galizzi Kroegel

Il volume illustra le vicende urbanistiche e architettoniche che interessarono il ghetto ebraico e la sinagoga di Verona dal primo rilievo dell’area, nel 1776, agli edifici realizzati negli anni Trenta del Novecento.
Alle soglie del XX secolo si sviluppò un intenso dibattito intorno alla proposta di abbattimento dell’antico ghetto, instituito nel 1599 nelle immediate vicinanze di piazza delle Erbe e limitrofo alla centralissima via Nuova (ora via Mazzini). I progetti si susseguirono finché un piano definitivo di demolizione, con la sola salvaguardia delle case-torri prospicienti piazza delle Erbe, fu approvato e attuato dall’amministrazione comunale fascista.
La sinagoga, progettata nel 1864 dall’architetto Giacomo Franco e profondamente modificata dall’intervento di Ettore Fagiuoli, venne inaugurata nel 1929. La complessa riorganizzazione che modificò definitivamente la configurazione dell’area venne infine realizzata dagli architetti Ettore Fagiuoli e Francesco Banterle con la casa Tretti, il Supercinema, il Superpalazzo, l’albergo Touring e la Banca Nazionale del Lavoro, edifici moderni che sostituirono le case dell’antico ghetto degli ebrei veronesi.

Valeria Rainoldi ha conseguito il dottorato di ricerca in Culture d’Europa. Ambiente, Spazi, Storie, Arti, Idee presso l’Università di Trento e si occupa di architettura e storia urbana. Le sue ricerche vertono su architettura ebraica, spazi religiosi, cimiteri e antiche strutture ospedaliere, in particolare per l’Ottocento e il Novecento veronese. Ha scritto e pubblicato numerosi saggi e ricerche tra i quali nel 2006, per Cleup Padova Il Ghetto e la sinagoga di Verona tra Ottocento e Novecento e più recentemente con Cierre 2019, Il cimitero degli ebrei a Campo Marzio, in San Francesco di Paola a Verona. Storia di un convento divenuto sede universitaria.

Alessandra Galizzi Kroegel è Ricercatore Universitario presso l’Università di Trento, dove insegna Museologia e Storia della critica d’arte. Ha insegnato alla Scuola di Specializzazione dell’Università Cattolica di Milano e all’Università degli Studi di Urbino. Il suo principale campo di interesse e di ricerca è la pittura del Rinascimento italiano ed è particolarmente interessata all’architettura e alla ristrutturazione di musei, e allo sviluppo della presentazione delle opere d’arte negli ultimi due secoli, sia in Italia che in Germania.

Informiamo che per ora le attività culturali programmate proseguiranno secondo il calendario, ma potranno essere seguite solo da remoto collegandosi al seguente link https://www.societaletteraria.it/streamingvideo/ oppure dalla pagina Facebook della Società Letteraria di Verona

Inoltre sarà sempre possibile riascoltare l’evento in podcast dal sito web www.societaletteraria.it

........ ...... .... .. ........... .....