Gli amanti legati

25 ottobre 2022 | Ore 17.30

Presentazione del libro
di Davide Brullo

con illustrazioni di Angelo Borgese

Relatori

Paola Tonussi

Davide Brullo

Angelo Borghese

Secondo una leggenda popolare cinese, fin dalla nascita ogni persona ha in dono un filo rosso invisibile, celato nel mignolo, che lo lega alla propria anima gemella. Potranno passare anni, secoli, cicli di reincarnazioni, ma saremo destinati a incontrare, prima o poi, l’amore in grado di completarci. “Il filo rosso del destino” (Unmei no akai ito), con mistura nostalgica, ha affinità con il mito di Aristofane narrato da Platone nel Simposio: l’amore è qualcosa di ineluttabile, che non possiamo dominare, e ci supera. Nel 2002 Takeshi Kitano, il grande regista giapponese, ha tradotto la storia degli “amanti legati” dal filo del destino in un film delicato e feroce, Dolls. Dentro questo mito – inconsapevole ossessione d’artista – si è sporto Davide Brullo: lo ha riletto costruendo una storia lirica e moderna, luminosa e desolata, intorno alle tavole di Angelo Borgese. I corpi effimeri, così, s’intrecciano, incagliandosi nell’eternità. “La leggenda è passata dalla corte degli Shang ai cantastorie di Baghdad, fino alle dottrine dei Mandei e tra i caravanserragli di Sebastopoli; nel cielo è interpretata da Vega e da Altair. Nell’opera dei pupi lui diventa un giaguaro e lei, con la corda, lo doma; nel teatro delle ombre è lei a essere il falco, lui ad aggiogarla”.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Si prega di accedere alla Sala almeno 15 minuti prima dell’inizio

........ ...... .... .. ........... .....