Tags

No tags :(

Venerdì 17 febbraio 2017, ore 17, presentazione del libro di Lidia Baldecchi Arcuri “Il comune denominatore” In forma sonata ciclica. Presentazione scritta da Guido Barbieri. Format Edizioni Bologna, 2016

presso Sala Montanari

in collaborazione con Steinway Society

 

Saluti

Federico Gianello

Presidente Steinway Society

Conduce

Simonetta Simoni

Editore

 

Intervengono

Lidia Baldecchi Arcuri

Autrice

Marina Remaggi

Musicista

Giuliana Corni

Pianista e insegnante 

Francesco De Poli

Baritono

Dalla quarta di copertina:

“Il suono non è né bello né brutto, ha una qualità che per qualche ragione ci mette in vibrazione. Non è questione di bellezza, che è volatile: tale qualità viene dalla coordinazione fisica e dalla memoria atavica collettiva. Qualcosa di più dell’essere un formidabile virtuoso.”

La curiosità verso “Il comune denominatore” e la capacità di connettere diversi campi del sapere attraversano tutta la vita di Lidia Baldecchi Arcuri, pianista, concertista e insegnante in Europa e Australia. Sono qualità rare, ciò che lo psicologo James Hillman chiama “Il codice dell’anima”, vocazione e dono.

Il libro è composto in forma di sonata ciclica, aperta alle divagazioni, dove alcuni temi fondamentali tornano e si sviluppano naturalmente, con una parte centrale dedicata alla tecnica pianistica.

Dalle conversazioni dell’autrice con i suoi allievi e dagli incontri con i più grandi musicisti e direttori d’orchestra degli ultimi cinquant’anni, (Martha Argerich, Sir John Barbirolli, Luciano Berio, Alicia de Larrocha, Riccardo Muti, Hephzibah Menuhin, Sviatoslav Richter, Rudolf Serkin, Joseph Szigeti e altri), ciascuno potrà cogliere innumerevoli spunti su cosa significhi ’esperienza artistica’.

Sarà vero, come sostenevano gli antichi Greci, che lo studio dell’armonia, del movimento fisico e delle arti, insieme, possono creare il perfetto cittadino?

 

La presentazione sarà trasmessa in diretta audio streaming: http://www.societaletteraria.it/streaming/