societa-letteraria-verona-biblioteca-arena-cartolina-vintage
L’archivio della Società Letteraria, che ne costituisce la memoria storica, è stato dichiarato, nel 1977, “di notevole interesse storico”, con la motivazione che è conservato fin dalla fondazione della Società nel 1808 ed è utile alla migliore conoscenza della vita culturale e dello spirito pubblico veronese, in particolare nel periodo Risorgimentale. Quindi si tratta di un archivio vigilato, non può essere smembrato e deve essere tenuto in ordine per consentire la fruizione.

L’archivio si compone di due tipologie documentali: da una parte la serie dei registri, dall’altra la documentazione raccolta nelle buste, fascicoli e carte sciolte.

I registri documentano le riunioni delle cariche sociali: l’Assemblea dei soci, il Consiglio di Conservazione, La Commissione scientifico-culturale, la Commissione amministrativa. Fanno parte della serie di registri i repertori d’archivio (1871-1877), un inventario delle opere acquistate e ricevute in dono (dal 1881), i registri di protocollo (dal 1891), i registri delle proposte e reclami (dal 1910) e i “Libri dei soci” (dal 1910).

Tutto l’archivio, tra buste e registri, è contenuto in circa 35 metri lineari, non pochi in ragione del periodo storico di riferimento.

Nel 2011 è stato pubblicato nel Bollettino della Società Letteraria l’elenco delle cariche sociali dal 1808 al 2011 (versione digitale)